migliora la tua indicizzazione

Indicizzazione siti web Valdarno

In questo articolo cerchiamo di far chiarezza su come avviene l'indicizzazione di un sito (almeno per ciò che concernono le procedure di seobox.it seguite sul territorio valdarnese).


I nostri servizi prendono in considerazione tutte le tecniche SEO (Search Engine Optimization) per fare in modo di scalare, quanto più possibile, la SERP (Search Engine Report Page - la pagina dei risultati) dei motori di ricerca.

Fase 1

Il primo passo per intraprendere la scalata ai motori (ranking) attraversa i seguenti punti:

  1. Analisi del settore
  2. Scelta delle key phrase (frasi chiavi)
  3. Ottimizzazione delle pagine
  4. Sottomissione e monitoraggio

 

Fase 2

 

Il secondo passo, viene effettuato a conclusione del primo e mira ad aumentare ulteriormente il PageRank aumentando la “Link Popularity” e cercando di incanalare quanti più visitatori possibili verso il proprio sito.

Ma vediamo più in dettaglio la prima fase


Analisi del settore

Ogni azienda che apre un sito web deve tener conto di molteplici fattori: la scelta del nome di dominio, l’hosting sul quale ci si appoggia e, soprattutto, l’analisi dei competitor in rete.

Questa prima fase mira a capire quale possa essere il posizionamento del sito rispetto ai competitor ed alle parole chiave usate.

E' importante sottolineare che il SEO Specialist non lavoro da solo ma congiuntamente con il committente; l'unico che conosce a fondo il proprio settore lavorativo e che può essere in grado di indirizzare lo specialista nella scelta delle keyword/keyphrase.

Scelta delle keyword e/o key phrase

L’analisi dei motori di ricerca si basa proprio sui testi contenuti nel nostro sito web. Oltre la qualità di un testo va considerato che la presenza di una keyword al di sopra del 5%-10% del totale del testo può essere considerato "spamming" con la conseguenza che il motore di ricerca potrebbe declassare il nostro sito. Ci sono vari metodi per iniziare a selezionare una "rosa di keywords" (o key phrase), uno dei più semplice ed efficace consiste nell’effettuare delle query nei motori di ricerca con frasi attinenti al nostro business e nell’annotarsi quanti risultati vengono forniti singolarmente. Questo metodo ci permette di valutare ciò che realmente gli utenti su internet ricercano. Il problema è che spesso le keywords molto inflazionate sono difficili da posizionare, quindi spesso si ricorre al concetto di "long tail" (già discusso in questo articolo http://www.valdarnotech.it/articolo/IT/97/come-essere-primi-sui-motori-di-ricerca-perche.htm)

Per ogni keyword o keyphrase occorre:

  • Valutare l’attinenza al sito
  • Valutare il KEI (Keyword Effectivness Index)
  • Evitare keywords ambigue
  • Evitare keyword altamente competitive o inflazionate

Ottimizzazione delle pagine

Si tratta di andare ad inserire le  keyword o keyphrase nei punti strategici di una pagina internet:

  • Titolo della pagina
  • Meta tags
  • Intestazioni (H1 e simili)
  • Nelle prime righe di una pagina
  • Nei testi di link interni ed esterni
  • Tra le parole in grassetto 
  • Nel nome di file e/o della cartella

Fa parte dell’ottimizzazione delle pagina anche la creazione di Sitemap (mappa del sito), di Robots.txt. La prima è una sorta di indice del nostro sito che servirà al motore di ricerca per poter sottomettere tutte le pagine. Il secondo indica come e cosa indicizzare all’interno del motore.

Dove possibile, verranno implementate anche le tecniche di URL Rewriting (al fine di rendere url dinamici in url sintatticamente comprensibili dal motore di ricerca).

Sottomissione e monitoraggio

La sottomissione non garantisce il posizionamento ma è la semplice iscrizione al motore. Il fatto di avere iscrizioni su più motori aumenta la link popularity e dovrebbe favorire un miglior posizionamento del sito stesso.

Alcuni motori di ricerca (google, bing, etc.) hanno messo a disposizione dei webmaster dei veri e propri pannelli di controllo tramite i quali eseguire segnalazioni manuali.

Questi pannelli permettono, sotto il costante controllo del webmaster, di verificare lo stato del sito all’interno delle propria SERP (oltre a fornire statistiche e analisi).

Servizi SEM

L’insieme delle attività di marketing rivolte al posizionamento e al miglioramento della visibilità di un’azienda sul web, soprattutto nei motori di ricerca, rientra in quello che viene definito web marketing e search engine marketing (SEM).

Il canale Internet è in continua evoluzione e solo grazie al costante aggiornamento del SEO Specialist è possibile potenziare l'incremento dei visitatori presso il proprio sito web.

Esistono molti metodi per portare visite ad un sito internet come ad esempio:

  • Social Network
  • Pubblicità con Banner e ring
  • Buzz Marketing
  • Partecipazione a Forum  e Blog e creazione di Article Marketing
  • Creazione Landing Page

I servizi SEO/SEM si basano sul monitoring costante dello specialista che segue e promuove lo sviluppo SEO assieme all’azienda. 

Social Network   

In questa fase occorrerà creare e gestire i profili sui social network. I 3 social network più frequentati della rete e che ci sentiamo di segnalare sono:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google +

Quest'ultimo sta prendendo sempre più piede nella rete ed il fatto che è legato a "doppio filo" con il motore di ricerca più famoso del mondo, lo rende molto appetibile.

Ovviamente non basta aver un account su uno di questi social, occorre anche che le persone aderiscano e che poi visitino il sito web.

Pubblicità con Banner

Questa tecnica si può applicare solo ad alcuni siti. Si tratta di entrare a far parte di uno o più circuiti di scambio banner. Il committente entra a far parte di un circuito di altri siti, egli accetta di ospitare un banner sul proprio sito in cambio altri siti del ring ospiteranno il banner del committente.

Questa forma di pubblicità moltiplica la possibilità di essere visionati da altri utenti che si trovano su altri siti.

Rientra in questa tipologia anche l’intervento da parte dei nostri SEO Strategist, lo scambio link

Buzz Marketing

Il Buzz Marketing si basa sul cosiddetto “passaparola”. Il buzz è il passaparola generato dai consumatori nei confronti di un certo brand.

Spesso questo tipo di pubblicità è legata ai social network.

Partecipazione a Forum  e Blog e creazione di Article Marketing

Avere link che puntano al proprio sito aumenta la popolarità dello stesso sul web con il vanataggio di aumentare anche il ranking dello stesso.

Il nostro SEO Strategist, di concerto con il committente, può inserire in rete (attraverso forum, blog o creazione di articoli su vari siti) informazioni circa l’attività del committente e pubblicizzare il sito dello stesso.

Creazione di landing page

Sempre al fine di aumentare la popolarità sul web, li dove possibile, si potranno creare delle pagine che parlano del settore lavorativo del committente.

Nel web marketing, la landing page (pagina di atterraggio) è la specifica pagina che il visitatore raggiunge dopo aver cliccato un link apposito o una pubblicità. Spesso, questa pagina mostra contenuti che sono un'estensione del link o della pubblicità, oppure la pagina è ottimizzata per una specifica parola chiave (keyword) o frase per "attrarre" i motori di ricerca.


Commenti

Lascia un commento

Sistema Antibot Sistema Anti-Bot
Inserire il risultato dell'operazione per proseguire:

 

Notizie di prima pagina

Analisi SEO Sito web

News informatica correlate in Blog Consulenza IT Gratuita in Valdarno   Articoli Correlati di Blog Consulenza IT Gratuita in Valdarno


Seguici sui social network!